Luigi e Piero Lechi sono i discendenti di una famiglia di generali Napoleonici e collezionisti, che nel maggio del 2005 decisero di donare la propria collezione di 185 opere d’arte al museo, che prese così il loro nome.

Tra dipinti, stampe e porcellane della famiglia Lechi, il museo, ospitato nelle sale di Palazzo Tabarino, si articola in 14 sale, concentrandosi su dipinti del Quattrocento e del Seicento, tra i quali spiccano per fama quelli di Alessandro Bonvicino, detto Moretto, e Giacomo Ceruti, detto Pitocchetto.

Con la morte di Luigi Lechi nel 2010 e il conseguente trasferimento totale della sua collezione, il museo può contare ora più di 350 opere.

Durante il tuo soggiorno a Palazzo, possiamo aiutarti ad organizzare la visita al Museo Lechi

Le nostre camere

Riposati tra le candide lenzuola dei letti matrimoniali presenti in ogni stanza.

Lo charme di ogni stanza ti strega e incanta grazie alla ricercata arte dei soffitti affrescati, decorati con travi a vista, pavimenti in cotto, legno o pietra.

Scopri le camere