Diciotto camere, diciotto mondi

Pubblicato il | Storia e dintorni | Vita a Palazzo

Diciotto camere, una diversa dall’altra. Avete presente quegli alberghi in serie, dove perdersi è facilissimo perché tutti i corridoi, le porte, le scale sono identici?

Ecco, scordateveli.

Qui le stanze non hanno solo un numero sul portachiavi, ma portano il nome di una poesia (scelta attraverso un concorso letterario dai nostri fan su Facebook).

Palazzo Novello ha scelto di dare un tocco preciso ad ogni stanza, personalizzando persino le porte, tutte singolari. Ogni dettaglio, semplice ma raffinato, resterà impresso nella vostra memoria. Dalle suite al piano nobile, fino alle classic, passando per le superior: tutte, e intendiamo davvero tutte, sono state pensate fino all’ultimo particolare.

Soffitti affrescati o con grandi travi a vista, pavimenti in cotto antico o caldo legno, lucentezza della pietra, soppalchi e letti a baldacchino: dormire qui sarà un’esperienza magica.

Ma cosa accomuna le stanze? Eh sì, perché un fil rouge ci vuole!

Luminosità, un grande letto soffice, biancheria profumata e un affaccio sul giardino interno, dove regalarsi attimi di quiete e relax. Ah, dimenticavamo: in ogni camera troverete anche la happyness jar, ovvero un barattolo dove raccogliere i vostri pensieri felici. Vi faremo trovare carta e penna e, a fine giornata, potrete scrivere il vostro bigliettino carico di positività. Li raccoglieremo con cura e poi, a Capodanno, li leggeremo uno ad uno per fare il pieno di energia benaugurante per l’anno nuovo.

Siete curiosi di visitare tutte le nostre suggestive camere? Saremo onorate di farvi fare un tour dal vivo. Se non state più nella pelle e non potete aspettare, cliccate qui e godetevi una visita a 360 gradi (in ogni senso!), grazie ai bravissimi ragazzi di Dodley’s Home.


Rispondi


Articoli